home | centro di documentazione sulla cooperazione e l'economia sociale
via Mentana 2
40126 Bologna
Tel. 051.231313
Fax. 051.6561934
scrivici una mail
mail 
IL CENTRO PROGETTI RISORSE NEWS EDITORIA UNIVERSITA' LINK MAPPA

Home > Oltre i confini > Asia > Siria

«

pagina precedente

 Siria

Nonostante la Siria costituisca una società prettamente agricola e le prime cooperative risalgano al 1943, si deve aspettare la fine della seconda guerra mondiale ed il raggiungimento dell’indipendenza dalla Francia nel 1946 per parlare di uno sviluppo cooperativo concreto. La prima legislazione cooperativa fu emanata nel 1950, con periodiche modifiche negli anni successivi, e fu organizzato un dipartimento cooperativo per fornire alle società una assistenza governativa. La Riforma Agraria del 1958 aprì la strada alla crescita di una rilevante rete di cooperative agricole. Nel 1961 sorse una Federazione cooperativa di abitazione che assunse la funzione di amministrazione centrale delle cooperative di quel settore. Le cooperative di consumo fecero fronte alle esigenze di beni e servizi della popolazione. Le cooperative di produzione lavoro rifletterono su modesta scala l’interesse del governo in imprese possedute e controllate dai lavoratori stessi come espressione dell’ideologia socialista. Nel 1994 la Federazione Cooperative Arabe riportò che i quattro settori della cooperazione in Siria si erano sviluppati come segue: agricolo—4.468 società/563.467 soci; consumo—117/483.825; abitazione—1.200/300.000; produzione lavoro—311/94.191. Fu registrato un totale di 6.096 società con 1.441.483 soci (il 10,5% della popolazione). La ILO Directory (1988) mette nel novero solo le strutture cooperative correlate ai vari dipartimenti governativi. Questo è indicativo del fatto che non si è ancora realizzata una infrastruttura cooperativa indipendente.
 
Fonte:
Jack Shaffer, Historical Dictionary of the Cooperative Movement, The Scarecrow Press, Inc. Lanham, Md., & London 1999.


pagina per la stampa

HOMEPAGE IL CENTRO