Il Centro

Il Centro ha l’obiettivo di recuperare e valorizzare la documentazione archivistica, bibliografica, audiovisiva nonché le fonti orali relative alla nascita e all’evoluzione del movimento cooperativo.

Il Centro

Il Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l’Economia Sociale è il punto di riferimento nazionale per la conservazione e la diffusione della cultura cooperativa. Negli anni ha recuperato e valorizzato la documentazione archivistica, bibliografica, audiovisiva e le fonti orali sulla nascita e l’evoluzione del movimento, promuovendo la conoscenza dei principi e dei valori di cui l’esperienza cooperativa è storicamente portatrice.

GUARDA I PROGETTI

Gli scopi

Il Centro si occupa di:

  • curare la raccolta e la catalogazione del materiale documentario
  • promuovere ed eseguire ricerche storiche, politiche e socio-economiche
  • diffondere cultura cooperativa per la scuola, l’università, le istituzioni culturali, anche mediante la pubblicazione di libri e documenti a carattere monografico o periodico
  • organizzare convegni, dibattiti, stages anche a carattere formativo

Aree di interesse

Il Centro è specializzato nelle discipline economiche, storiche e sociali riguardanti il movimento cooperativo italiano, con particolare riferimento alla dottrina cooperativa e all’economia sociale.”


La nostra storia in sintesi

Il Centro nasce nel 1988 su mandato congressuale di Legacoop Bologna e nel 1997 diviene associazione legalmente riconosciuta. Il Protocollo sottoscritto a livello nazionale riconosce nel Centro lo strumento preposto alla raccolta, conservazione e tutela delle fonti documentarie nell'area tematica cooperativa. Con il suo importante patrimonio culturale il Centro è un luogo di trasmissione della memoria storica, elemento fondamentale per l'identità individuale e collettiva della cooperazione e per il futuro stesso dell’idea cooperativa.

APPROFONDISCI

La sede

Il Convento ed il Chiostro, sul quale si affacciano parte dei locali adibiti a Biblioteca e sala di lettura del Centro, appartengono alla parte più antica dell'intero complesso, risalente al ‘400.
In particolare gli ambienti attualmente adibiti a Sala Convegni e uffici erano parte del Convento (refettorio, camere dei frati), trasformati poi, con la soppressione napoleonica, nei locali occupati fino al 1980, dal Teatro-Cinema Contavalli, ed ora parzialmente destinati ad uso di civile abitazione.

APPROFONDISCI

Come raggiungerci

In autobus:

  • dalla Stazione FS: bus n.50 fermata "Piazza S. Martino"
  • dall’Areoporto Marconi: Aereobus (circa 15 minuti) fermata "Via Indipendenza - S.Pietro".

In automobile: uscita tangenziale n.7, imboccare via Stalingrado e procedere verso il Centro Storico (Zona a Traffico Limitato). Alla fine del ponte, girare a sinistra e proseguire lungo Viale Berti Pichat fino a P.za di Porta S. Donato. Girare a destra (via Irnerio), per raggiungere il parcheggio sotterraneo di P.zza VIII Agosto, di fronte ai Giardini della Montagnola.

VAI ALLA MAPPA

Orari e accesso

Orari di apertura al pubblico:

  • dal lunedì al venerdì 9.00-13.00 e 14.00-17.30
L'accesso è libero, previa compilazione di una scheda d'ingresso, per:
  • Accesso ai cataloghi bibliografici e alle banche dati.
  • Consultazione del materiale richiesto.
  • Reference specializzato: definizione dei percorsi di ricerca e delle chiavi di accesso quali autori, titoli, soggetti e classificazioni.