Tutti i progetti del Centro

In questa sezione sono descritti i principali progetti realizzati dal Centro dalla sua costituzione ad oggi.

2019
Coop_70. Valori in scatola Triennale di Milano.

L’esposizione, promossa da Coop Italia e allestita alla Triennale di Milano, dal 16 novembre 2018 al 13 gennaio 2019 è il racconto dei 70 anni del prodotto a marchio Coop. Curata da Giulio Iacchetti e Francesca Picchi la mostra si muove in equilibrio fra il gioco e


Invito mostra

la volontà di raccontare scelte, principi, pratiche di partecipazione che contraddistinguono Coop e l’universo dei suoi prodotti. Il Centro ha collaborato alla realizzazione di questo progetto anche attraverso la fornitura di numerose immagini fotografiche, pubblicate nel Catalogo della Mostra nella sezione “Archivi cooperativi. Storia di un progetto plurale, 1948-1978”.

Galleria - Mostra

2019
T-Essere. La cooperazione attraverso l'arte

Società Dolce ed il Centro collaborano già dal 2017 alla realizzazione del progetto “La cooperazione attraverso l’arte”. Anche per il 2019 si è consolidato il programma inaugurato nelle precedenti edizioni, coinvolgendo, nella realizzazione dell’opera, alcuni Soci di Coop Dolce, attraverso la creazione di un percorso di arte partecipata e guidata nel processo creativo dall’artista Stefano Arienti, che ha dato vita ad un’opera T-ESSERE. Il progetto dell’artista Stefano Arienti si è sviluppato nella realizzazione del calendario 2019 di Società Dolce e nell’esposizione delle opere da esso derivanti.

Galleria - Contagiorni Galleria - Mostra

Il calendario Contagiorni rappresenta un’anteprima esclusiva del progetto artistico T-ESSERE, composto di 12 immagini fotografiche, prodotte da alcuni Soci di Società Dolce, che costituiscono lo sfondo visivo ed emotivo su cui comporre un ulteriore strato di forme e colori, utilizzando tessere di puzzle. Le tessere, accostate secondo criteri personali, conferiscono al “tassello” un nuovo significato creativo. Ogni anno il calendario di Società Dolce rappresenta un momento di riflessione sul rapporto tra la cooperazione ed il mondo circostante. Anche per questa edizione il progetto si è sviluppato in due momenti, il 1 febbraio 2018, presso il Circolo ufficiali dell’Esercito, in Via Marsala si è tenuto il talk aperto al pubblico, i cui relatori erano: l’artista Stefano Arienti, i curatori del progetto Giuseppe Stampone, Matteo Lucchetti ed Edoardo Bonaspetti, Pietro Segata Presidente Cooperativa Sociale Società Dolce, Franco Marzocchi Presidente Aiccon, Mario Airò artista, Leonardo Caffo filosofo, Santa Nastro moderatrice e Caporedattrice di Artribune. L'iniziativa è proseguita poi con l'inaugurazione della mostra, trasferendosi nella sede del Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l’Economia Sociale, luogo simbolo della cooperazione italiana, dove sono ospitate le opere esposte. L’esposizione è stata vistata dal pubblico da venerdì 1 febbraio a domenica 3 febbraio, in occasione di Art City White Night, programma annuale realizzato da Bologna Fiere in collaborazione con il Comune di Bologna, nell’ambito delle manifestazioni di Arte Fiera 2019.

Invito mostra T-Essere
Invito Talk e Vernissage - 1/02/2019

2019
Fotocoop. La storia cooperative nelle immagini dell'archivio fotografico di Legacoop Nazionale

La banca dati Fotocoop1, realizzata dal Centro nel 2014 è stata aggiornata e sono all'oggi consultabili online 22.000 immagini, per un totale di oltre 38.000 digitalizzazioni fronte/retro. Le immagini, riferibili al territorio nazionale e internazionale, costituivano l’archivio redazionale dell’Editrice Cooperativa e sono databili dalla fine degli anni

Quaranta alla fine degli anni Settanta del ’900 e documentano iniziative, convegni e congressi delle associazioni di settore nazionali ed anche le attività svolte dalle cooperative operanti nelle diverse regioni e province italiane. Gli scatti, realizzati anche da pregevoli agenzie fotografiche, riguardano scene di lavoro, momenti istituzionali di società cooperative o di organizzazioni di rappresentanza cooperativa sia italiane che straniere, immagini di dirigenti cooperativi e di manifestazioni politiche e sindacali. La raccolta, attraverso lo scorrere delle immagini, testimonia dei profondi cambiamenti storici, economici e di costume che si sono verificati in Italia dal secondo dopoguerra agli anni ’80 del Novecento

1: Fotocoop. La storia cooperativa nelle immagini dell’archivio fotografico di Legacoop Nazionale, http://www.cooperazione.net/ StoriaCooperativa/index.asp, banca dati a cura di Anna Gurioli, Elena Romagnoli. Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l’Economia Sociale, 2014.


2019
Banca dati delle cooperative di Bologna e provincia 1883-19871

Il database2, in corso di pubblicazione nel 2019, permette la consultazione online del censimento delle 5.877 cooperative costituitesi a Bologna e Provincia dal 1883 al 1987,

e contiene la scheda anagrafica di ognuna di esse con l’indicazione di fusioni, cambi di denominazione, cessazione di attività. La consultazione della banca dati permette di ottenere genealogie cooperative, liste tematiche e aggregazioni sia tipologiche che territoriali delle cooperative. Del primo presidente delle cooperative incluse sono riportati i dati anagrafici, compresa la professione.

1: Banca dati delle cooperative di Bologna e provincia 1883-1987, a cura di Anna Gurioli, Elena Romagnoli. Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l’Economia Sociale, 2019.
2: Si tratta del data base online del Repertorio delle cooperative di Bologna e provincia 1883-1987. Alfabetico, cronologico,topografico, tipologico, elenco dei primi presidenti, a cura di Anna Gurioli ed Elena Romagnoli, presentazione di Fabio Fabbri, Bologna, Federcoop di Bologna, 1987.


2018
“Eugenio Tibaldi. Inclusio. L’inclusione attraverso l’arte e la cooperazione”. Mostra promossa da Cooperativa Dolce in collaborazione con il Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l'Economia Sociale

“INCLUSIO . L’inclusione attraverso l’arte e la cooperazione” è un progetto che verte sul percorso dell’arte partecipata quale approccio per comunicare in maniera espressiva. L’iniziativa promossa da Società Dolce e realizzata in collaborazione con il Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l’Economia Sociale, si è proposta di creare un progetto artistico per la riproposizione dei valori cooperativi del passato e del presente e sviluppare il tema del rapporto fra la cooperativa, i propri soci e il mondo circostante, basato sulla condivisione delle idee e dei valori come nuova forma d’arte.  Due iniziative sono state proposte per conoscere Inclusio,  il 2 febbraio 2018 presso la Biblioteca IBC “Giuseppe Guglielmi” si è tenuto il talk aperto al pubblico. Sono stati relatori, oltre all'artista Eugenio Tibaldi, il curatore della mostra Giuseppe Stampone, lo storico della Filosofia Giuseppe D'Anna, lo storico dell’arte Simone Ciglia, il docente di economia, Flavio Delbono ed Eleonora Vanni, presidente Legacoop Sociali. A moderare l’incontro era presente Pietro Segata, presidente di Società Dolce.

Galleria

L'iniziativa è proseguita, con l'inaugurazione della mostra, trasferendosi nella sede del Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l’Economia Sociale luogo simbolo della cooperazione italiana, nella cui sede sono state ospitate 13 opere e una installazione. La mostra espone i lavori creati per il nuovo Contagiorni 2018, il calendario di Società Dolce, frutto del lavoro svolto con i soci della cooperativa Dolce. L'esposizione era inclusa nel programma di  ART CITY Bologna 2018,  promosso nell'ambito di Arte Fiera. La mostra è stata esposta al pubblico dal 2 al 4 febbraio 2018.

Contagiorni 2018 Inclusio
INCLUSIO Mostra
Invito INCLUSIO Talk e Vernissage

2017
Festival dei sensi - Mostra tutti in posa

Il Festival dei Sensi 2017, manifestazione culturale, che quest’anno, oltre al consueto appuntamento in Valle d'Itria in Puglia, si arricchisce di una sessione primaverile proposta a Bologna all’interno del Parco dei Gessi e dei Calanchi dell'Abbadessa, ha dato vita a un programma ricco e articolato che si è proposto, attraverso gli interventi di scienziati, umanisti e artisti, di raccontare in modo trasversale il ruolo del “corpo” in molte e curiose accezioni, offrendone letture nuove e inaspettate.  Il Centro italiano di documentazione sulla cooperazione e l’economia sociale ha collaborato al Festival dei sensi attraverso la ricerca e la selezione delle immagini esposte nella mostra “Non tutti in posa” realizzata esclusivamente con i propri materiali d'archivio.

La mostra, allestita presso la Corte del Palazzo del Comune di San Lazzaro di Savena è stata aperta  alle visita da venerdì 26 maggio alle ore 18,30 fino a domenica 28 maggio alle ore 23. La rassegna, è stata inaugurata venerdì 26 maggio, alle ore 18 nell’antica cava “Prete Santo” a San Lazzaro,  alla presenza del presidente del festival, Corrado Petrocelli, del rettore dell’Università di San Marino, l’architetto Pierluigi Cervellati, urbanista di fama internazionale e di  Franco Farinelli, presidente dell’“Associazione dei geografi italiani”. Il “Festival dei Sensi” è stato patrocinato dal Ministero per i beni e le attività culturali, dalla Regione Emilia-Romagna, dalla Città metropolitana di Bologna, dai Comuni di Ozzano, di Pianoro e di San Lazzaro di Savena, dall’Università di Bologna e di San Marino, e dall’Associazione dimore storiche italiane.

Festival dei sensi - Programma

2017
Giuseppe Stampone. Saldi d'artista. La cooperazione attraverso l'arte. Mostra promossa da Cooperativa Dolce in collaborazione con il Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l'Economia Sociale

Il Centro di documentazione ha avviato una collaborazione con la Cooperativa Società Dolce, impegnata in un percorso di formazione sul rapporto della cooperativa con i propri soci e con il mondo circostante. L’esperienza è basata sulla condivisione delle idee e dei valori come nuova forma d’arte. Questo percorso formativo è stato affidato a Giuseppe Stampone, un’artista innovativo, che si propone di recuperare la visione contemporanea dei valori cooperativi, partendo dalla memoria storica.

Galleria

Questo progetto ha avuto come momento culminante la mostra “Saldi d’artista”. L’installazione artistica è stata realizzata nella Sala Convegni del Centro e si è svolta dal 27 al 29 gennaio nell’ambito delle iniziative di ART CITY Bologna, in occasione di ARTE FIERA 2017.


2016
Biennale della cooperazione - Mostra misure del cooperare

Si è tenuta a Bologna, dal 7 al 9 ottobre 2016, la prima Biennale dell’Economia Cooperativa, un'iniziativa che ha posto la cooperazione al centro del dibattito sull’economia sociale e lo sviluppo sostenibile, in occasione delle celebrazioni dei 130 anni dell’Associazione di rappresentanza delle cooperative. Nell'ambito della Biennale è stata realizzata la mostra dal titolo Misure del Cooperare, ideata sotto la direzione artistica di Peter Bottazzi con la consulenza scientifica e la collaborazione del Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l' Economia Sociale. Il progetto espositivo racconta alcuni momenti salienti della storia cooperativa nazionale e va ad arricchire la dimensione storico-artistica della cooperazione italiana, rappresentandone novità e sperimentazioni anche a livello espositivo.

Il nucleo centrale del progetto è una timeline di 50 metri realizzata sotto forma di metro pieghevole che culmina con azioni performative degli stessi cooperatori coinvolti nella mostra come work in progress. Elemento centrale dell’allestimento è dunque uno strumento di misurazione, il metro, che da oggetto di lavoro diventa metafora del tempo. La mostra, realizzata con il sostegno di Gruppo Unipol, Coopfond, Coop, Conad, Granarolo, Camst espone, dagli anni precedenti la nascita della Lega fino ai nostri giorni, una ampia selezione di oltre 300 pezzi, tratti dalle raccolte del Centro, relativi a riproduzioni fotografiche, documenti archivistici, libri ed oggetti. Si tratta di una mostra itinerante che dopo Bologna è stata nuovamente allestita a Palermo, Reggio Calabria, Napoli, Genova, Cagliari, Milano, Roma, Ancona, Livorno, Torino, con il titolo  Itineraria, un viaggio nell’Italia cooperativa che tra ottobre 2016 e marzo 2017 ha documentato le imprese cooperative sul territorio nazionale. Città dopo città la mostra si è arricchita di nuove immagini fornite dal Centro ad ogni specifico territorio.


2016
Adesione del Centro al Catalogo Acnp

Il catalogo ha origine dall' Archivio Collettivo Nazionale dei Periodici (ACNP) ed è nato negli anni '70 per iniziativa dell'ISRDS-CNR di Roma. Dal 1988 il Centro Inter-Bibliotecario dell’Università di Bologna, in accordo con l’ISRDS oggi Istituto di studi socio-economici sull'innovazione e le politiche della ricerca (ex ISRDS) - ISPRI, ha messo a disposizione della comunità scientifica la consultazione on-line di questo archivio sul proprio sistema di Information Retrival.

L’Università di Bologna, in virtù di una convenzione sottoscritta con il CNR, si è impegnata in un progetto che consente l'aggiornamento in linea di questo importante catalogo direttamente da parte delle biblioteche che partecipano all'iniziativa. Il catalogo contiene le descrizioni bibliografiche delle pubblicazioni periodiche possedute dalle biblioteche dislocate su tutto il territorio nazionale e copre tutti i settori disciplinari. Il Centro partecipa al progetto dal 2016, attraverso l'immissione nel catalogo delle descrizioni bibliografiche delle riviste possedute (600 periodici).

ACNP - Catalogo Italiano dei Periodici


2014
strings.progetti_archivio_legacoop_tit

strings.progetti_archivio_legacoop_par1

strings.progetti_archivio_legacoop_par2
Archivio fotografico Fotocoop


2011
Coopyright junior

Nell’anno scolastico 2011/2012 è stata inaugurata la prima edizione di Coopyright junior. Il concorso di ricerca, promosso da Legacoop Bologna e dal Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l’Economia sociale, è dedicato agli studenti delle scuole secondarie di primo grado della provincia di Bologna. Coopyright Junior premia la miglior ricerca storico-culturale sul pensiero e sulle pratiche della solidarietà cooperativa del territorio bolognese.


2011
Banca dati “La cooperazione italiana” 1887-1980

Il progetto sviluppatosi, nell’ambito delle attività realizzate dal Centro in collaborazione con l’IBACN della Regione Emilia-Romagna, ha promosso la digitalizzazione del periodico “La cooperazione Italiana”, delle annate 1887-1980 allo scopo di renderle disponibili alla consultazione online, sul sito internet del Centro. E’ presente, per la ricerca, un indice con l’indicazione dei dati riguardanti:

  • anno e mese di pubblicazione
  • numero e data di pubblicazione

Un frontespizio de "La cooperazione italiana", organo della Lega delle cooperative

Tramite l’indice sono accessibili le pagine della rivista in formato jpg, arricchite dalle informazioni bibliografiche contenute nel file xml. Il  periodico edito dalla Federazione nazionale delle cooperative nel 1887 e a tutt'oggi pubblicato da Legacoop, costituisce una fonte imprescindibile per gli studiosi che si occupano di cooperazione, poiché copre un arco temporale di oltre cento anni. La digitalizzazione del periodico è stata effettuata tenendo conto delle indicazioni che suggerisce la Biblioteca Digitale Italiana, cioè utilizzando  un set di metadati (standard MAG) che può consentire politiche di integrazione e valorizzazione delle risorse elettroniche italiane."

La Cooperazione Italiana
1887-1980

2008
Museo virtuale della Cooperazione

Sezione speciale, consultabile dal sito del Centro, che raccoglie la documentazione e le informazioni relative alla nascita ed all'evoluzione della cooperazione in Italia e nel mondo. Lo strumento, ideato ed utilizzato come sussidio alla didattica fornisce fra l'altro versioni dei testi già predisposti per la citazione bibliografica nelle tesi e nelle pubblicazioni,

inoltre il materiale può essere liberamente distribuito e fotocopiato, citandone sempre la fonte. Il progetto è stato realizzato con la consulenza scientifica di Vera Negri Zamagni, professore di Storia Economica all' Università di Bologna, in collaborazione con Patrizia Battilani professore associato di Storia Economica all' Università di Bologna e Tito Menzani professore a contratto di Storia Economica all' Università di Bologna.



2007
Video di presentazione delle attività del centro


2005
Bibliografia italiana sulla cooperazione

Il Centro e la Soprintendenza ai Beni Librari della Regione Emilia Romagna, si sono proposti l'obiettivo di censire, attraverso un'ampia ricerca, le pubblicazioni in lingua italiana la cui area tematica fosse riferibile alla cooperazione. Il lavoro d'individuazione dei dati ha preso l'avvio dalle informazioni presenti nel Catalogo del Centro e da un cospicuo nucleo documentario costituito dalle informazioni raccolte in anni di studio dal prof. Ugo Bellocchi,

che si è lungamente occupato di cooperazione. I dati bibliografici, incrementati da ulteriori ricerche telematiche, sono stati registrati secondo gli standards previsti dalle norme di internazionali di catalogazione bibliografica dell'opera a stampa , e sono stati ordinati per argomento.  La bibliografia riguarda 6.065 unità bibliografiche. Il lavoro bibliografico ha prodotto una banca dati online \"Bibliocoop\" che, costantemente aggiornata con le nuove acquisizioni pervenute alla Biblioteca del Centro contiene oltre 11.000 informazioni bibliografiche (dato aggiornato al 31/12/2018).


2004
Nuova bandiera Legacoop

Il Centro ha curato, per Legacoop, la realizzazione della nuova bandiera e di un audiovisivo che ripercorre storicamente la nascita e l'evoluzione del marchio Legacoop. Per il video sono state individuate le simbologie che hanno accompagnato i cooperatori in oltre un secolo di storia: disegni allegorici, medaglie, bandiere, cartoline. Un percorso che ha portato alla scelta della nuova bandiera raccontando come un'immagine possa sintetizzare un’identità. La nuova bandiera e il video sono stati presentati a Roma il 5 e 6 febbraio 2004, in occasione dell'assemblea nazionale Legacoop.


Una bandiera tanti valori
Guarda il video

Il canto dei cooperatori
Scarica le bandiere

Il canto dei cooperatori
Scarica i testi e gli spartiti

Il canto dei cooperatori
Ascolta la musica

2003
Archiviando il web - Progetto internazionale InterPARES

InterPARES (International Research on Permanent Authentic Records in Electronic Systems) è un progetto internazionale diretto da Luciana Duranti – (InterPARES Project Director, University of British Columbia) e organizzato da numerosi studiosi, archivisti e ingegneri informatici, rappresentanti di istituzioni nazionali archivistiche e industrie private ”

di tutto il mondo, per sviluppare le tecniche richieste per la conservazione a lungo termine dell'autenticità dei records creati con il sistema digitale. Nell'ambito degli studi volti alla stesura di linee guida per la creazione di un sito web conservabile nel lungo periodo, si è avviata una collaborazione ufficiale che ha visto la nostra partecipazione al progetto, attraverso l'analisi e lo studio del sito web di Legacoop Bologna. I risultati dello studio sono evidenziati nel report finale del Progetto “InterPARES 2 Project, Case Study 25 Final Report: Legacoop of Bologna Web Site

InterPARES 2 Project - Report


2001
Cooperare è il mio mestiere CD-ROM

"Cooperare è il mio mestiere" è un CD-Rom realizzato dal Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l'Economia Sociale per favorire la conoscenza e la diffusione della realtà cooperativa. Il CD-Rom, principalmente pensato per gli studenti delle ultime classi delle Scuole Medie Superiori, può rivolgersi anche ad un pubblico più vasto interessato alla cooperazione.


Copertina CD

Cos'è una cooperativa? Perché scegliere questa forma associativa per dar vita ad un'impresa? Cosa distingue una cooperativa da una qualunque altra società? In questo CD-Rom, pubblicato nell'aprile del 2001, si è cercato di dare una risposta a questa e ad altre domande, descrivendo in sintesi come vive una cooperativa, in quale contesto storico, economico, sociale un cooperatore costruisce e valorizza la propria identità imprenditoriale. Le informazioni contenute nel CD non rispondono ad ogni possibile curiosità, ma aiutano a farsi un'idea sufficientemente chiara sulla cooperazione, soprattutto, indicano il percorso da seguire per chi vorrà intraprendere questa strada.


2000
Network: database nazionale degli archivi cooperativi

Il Network italiano sulla cooperazione e l'economia sociale, progetto realizzato nell'ambito degli eventi promossi in occasione di "Bologna 2000 capitale europea della cultura", è il risultato del censimento e della mappatura dei luoghi presso i quali sono conservate fonti documentarie sul movimento cooperativo a livello nazionale. Database Nazionale degli Archivi Cooperativi


1997
Assegnazione della borsa di studio: "Il fenomeno cooperativo in Estonia"

Legacoop Bologna, congiuntamente al Centro di Documentazione ed in collaborazione con il Centro per l'Europa Centro-Orientale e Balcanica,

hanno bandito una borsa di studio in memoria di Alessandro Skuk, già Presidente di Legacoop Bologna. La borsa di studio riguardante "La cooperazione nell'Europa Centro-Orientale e Balcanica. Analisi e prospettive di sviluppo nella fase di transizione al mercato.", è stata assegnata nell'ottobre 1998 alla dott.ssa Paola Pagliani che ha realizzato una ricerca sulla cooperazione in Estonia, pubblicata nel 1999.


1988
Repertorio anagrafico delle cooperative di Bologna e provincia 1883-1987

Il repertorio comprende tutte le cooperative costituitesi a Bologna e provincia dal 1883 al 1987. Questa ricerca rappresenta il primo censimento desunto da fonti ufficiali sull'intero movimento cooperativo, sviluppatosi in oltre cent'anni di storia e contiene la descrizione di oltre 6.000 cooperative e consorzi.

Per ogni unità anagrafica è stata ricostruita la storia, attraverso la segnalazione di: cambi denominazione, fusioni, cessazione di attività.  La consultazione del repertorio consente di dare tempestive risposte a richieste di genealogie cooperative, di liste tematiche e di aggregazioni sia tipologiche che territoriali, delle cooperative sorte a Bologna e Provincia, dalle origini al 1987, anno in cui è terminato il progetto.

Repertorio delle cooperative di Bologna e provincia 1883-1987.
Alfabetico, cronologico, topografico, tipologico, elenco dei primi presidenti.
Centro di documentazione sulla storia del movimento cooperativo bolognese.
A cura di Anna Gurioli ed Elena Romagnoli.
Presentazione di Fabio Fabbri.
Bologna, Federcoop di Bologna, 1987. XXXII, 805 p.; 31 cm.